Street Art a Milano - Sempione

Contatti:
per informazioni o suggerimenti: info@streetart-milano.it

Sempione - Monumentale

Una zona bella, forse non particolarmente ricca di Street Art, ma con tanti centri di grande attrattiva: lo storico Parco Sempione con l suo romantico laghetto e i Bagni Misteriosi di De Chirico, i locali di Piazza Sempione, il quartiere cinese tra Via Canonica e Via Paolo Sarpi, i grattacieli di City Life, il Cimitero Monumentale che è oggi considerato una sorta di Museo della scultura a cielo aperto...

Murales interessanti:

Antiviolenza    Albini    Dragone   Canonica    Tempio del Futuro   Fabbrica del Vapore Cimitero Monumentale
Cavalcavia Bussa

Contro la Violenza alle Donne
Via Domodossola di fronte alla stazione delle Ferrovie Nord
Autori: Cheris e Amina. Hanno collaborato anche gli studenti del liceo artistico Michelangelo di Como.

All'uscita della stazione in via Domodossola un lungo murale ci racconta quanto sia ancora difficile contrastare la violenza contro le donne. Ci dice anche: si può uscire dalla sofferenza. Il primo passo: rivolgersi al numero 1522. Attivo 24 ore su 24 è disponibile per chi è vittima di violenza o stalking per dare consigli, supporto psicologico e indirizzare ai servizi dedicati.

Franco Albini
Sul ponte di Via Curie, vicino alla Triennale

Realizzato nel 2017 dagli studenti del corso di scenografia del Politecnico di Milano - insieme alla Associazione Retake - il murale dallo stile molto essenziale, ricorda l'attività dell'architetto e designer Franco Albini.
Le foto, scattate nella primavera 2020, ritraggono i volontari della associazione We Are Urban - WAU - al lavoro per restaurare il dipinto.

    

 

Dragone cinese
Piazza Santissima Trinità (vicino a Via Cesariano)

Nel cuore di Chinatown, il quartiere cinese più antico di Milano, su una parete cieca di fianco all'Istituto Giusti d'Assisi, un allegro dragone si diverte a giocare con bambini di tutti i continenti.

L'iniziativa di questo murale, firmato da Ivan Tresoli e dall'illustratrice Emi.artes, si colloca all'interno del progetto 'Segnali dal Territorio', supportato dal Comune di Milano.
Parola chiave (in caratteri purtroppo minuscoli): amicizia (in italiano e cinese).
Sullo sfondo si notano scritte nei tipici caratteri di Ivan, ma francamente indecifrabili.

E' in questo quartiere (intorno a Via Paolo Sarpi e Via Canonica) che si concentrano gran parte delle attività della comunità cinese di Milano, che fin dagli anni '20 del novecento cominciò a insediarsi qui, per poi allargarsi soprattutto a partire dagli anni '70.

Dopo i lunghi contrasti tra italiani e cinesi dovuti all'eccessiva presenza di commerci all'ingrosso, ora, con la pedonalizzazione della Via Paolo Sarpi, il quartiere ha assunto un look molto più attraente, che vede durante i festeggiamenti del capodanno cinese un afflusso travolgente di visitatori da tutta Milano.

 

 

Via Canonica
più precisamente una piccola viuzza trasversale: Via Albertini
In un angolino quasi nascosto un romantico dipinto purtroppo gia vandalizzato in alcuni punti.
Autore: SteReal, Stefania Marchetto

Tempio del futuro perduto
Via Luigi Nono 9/7

Il Tempio del futuro perduto è uno spazio associativo di ritrovo, accorpato alla Fabbrica del Vapore, dove si svolgono varie attività culturali, mercatini, liberi baratti ecc..
La parete della gentilezza (che dà su Via Nono) è allestita in modo da offrire liberamente a chi ne ha bisogno abbigliamento, libri o altre utilità di uso quotidiano.
Sulla parete del primo piano ci guardano gli occhi di Willy, il ragazzo 21enne nato in Italia da genitori di Capo Verde, crudelmente assassinato senza motivo in una notte di "normale" follia del settembre 2020 a Colleferro, un fatto che ha suscitato orrore e sgomento in tutt'Italia.

Nel gradevole giardino interno campeggiano i visi sorridenti di Giulio Regeni e Valeria Solesin, la ragazza che ha perso la vita durante l'attacco terroristico al Bataclan. Un lavoro di stile realistico di grandissima maestria.
Autori: Rosk&Loste

 

Fabbrica del Vapore
Via Procaccini
angolo p.za del Cimitero Monumentale

Realizzato nel 2014 per celebrare i 20 anni dalla fine dell'apartheid in Sudafrica, è un bel lavoro a 4 mani che ritrae il volto di Nelson Mandela (di Orticanoodles), della sua mamma (di Nais), i popoli della terra (Pao) e la scritta "it always seemms impossible until it's done" (Ivan).

 

Non solo Murales: Cimitero Monumentale

Negli ultimi anni il Cimitero Monumentale è diventato una meta quasi obbligata per i molti turisti in visita alla città E PER MOLTI MILANESI CHE LO VOGLIONO CONOSCERE MEGLIO; vi si svolgono anche tour tematici di approfondimento e d'estate non mancano concerti all'aperto di vario genere. Un luogo che racconta un pezzo di storia della città e che vive nel presente della Milano che cambia.
Voluto dall'amministrazione comunale e progettato dall'Architetto Carlo Maciachini intorno alla metà dell'800, in un periodo di grande dinamismo, quando Milano era saldamente lanciata sulla via dello sviluppo industriale e della modernità in tutti i campi, con questo cimitero si intendeva onorare la memoria delle famiglie più illustri e facoltose e i personaggi di spicco della cultura, dell'arte e della vita sociale e politica. Sono innumerevoli le donne e gli uomini famosi che riposano qui. Centinaia di statue realizzate da celebri o anonimi scultori si affollano lungo i viali di questo grande spazio ombroso e possono essere buon spunto per una passeggiata di ricerca fotografica o di semplice curiosità.

Cavalcavia Bussa
Viale Luigi Sturzo

I muri dipinti del Cavalcavia Bussa, che scavalca Viale Luigi Sturzo, abbelliscono un minuscolo giardinetto decisamente poco allegro stretto com'è dalla stada perennemente supertrafficata. Sono muri liberi e quindi i murales cambiano spesso forse anche perchè la posizione offre parecchia visibilità. Le foto qui sotto sono dell'autunno 2021.
Si notano le forti linee arcaiche di Tilf e il faccioni dal lungo naso di Morkone.


Le scritte:
E' quando il drago vola che restan fuoco e fiamme e sull'altro lato Stop war not people

 

 

 

 torna alla HOME PAGE

Contatti, per informazioni o suggerimenti: info@streetart-milano.it